Studio medico a Barletta

In questo lavoro L’ architetto Tania Di Ciommo ha il compito di trasformare un appartamento fatiscente di circa 200 mq (inserito in un edificio antico del 1800) in uno studio medico confortevole e funzionale.
La ristrutturazione risulta complessa e impegnativa, con una attenzione particolare agli impianti, in special modo quello elettrico, per rendere il luogo adatto al suo futuro profilo sanitario.
Per quanto concerne il tipo di materiale usato, sono stati selezionati per i pavimenti ed i rivestimenti dei grès porcellanati di grande formato rettificati dai colori naturali e chiari, che ben si sposano con il desiderio della committenza di restituire un ambiente luminoso e facile dal punto di vista igienico.
Solamente in una zona è stata posata la resina, necessaria per esigenze tecniche e di pulizia.
In alcune zone l’ appartamento risultava buio e cupo, pertanto l’ architetto ha operato strategicamente creando dei tagli nei muri non portanti che donano continuità agli ambienti, regalando una migliore illuminazione naturale ed una piacevole visione estetica.
Chiaramente l’ illuminazione artificiale, risolta con binari e spot lì dove sono presenti le volte o con faretti  dove ci sono le controsoffittature, contribuisce a garantire la realizzazione di un luogo di lavoro piacevole e dinamico.
Ultimo aspetto da analizzare resta quello dell’ arredo, dove l’ architetto  da una parte recupera e restaura mobili e poltroncine (di origine scandinava) vintage anni 50 e dall’ altra sceglie poltrone e sedie dal gusto contemporaneo e attuale.

PROGETTO: Tania Di Ciommo architetto
FOTOGRAFO:  Luca Bezzato
FALEGNAMERIA: Wood Light