Manutenzione Straordinaria negozio “Blanca” a Trani

L’architetto Tania Di Ciommo si propone si far emergere in questo negozio il vero carattere della Puglia agreste, contadina e legata alle antiche tradizioni. Il locale è sito in un edificio del XIX secolo; all’interno si susseguono due campate con volte molto alte in tufo intonacate a calce. La scelta più emblematica della progettistica consiste nel sistemare sull’ ampia parete a sinistra dell’ingresso una fotografia in bianco e nero avente dimensioni 2,90m x 4,20m, in scala 1/1, in cui è riprodotto un muro, in parte con le pietre a vista, appartenente ad una masseria risalente al XIX secolo. Frontalmente all’ingresso un altro pannello fotografico in bianco e nero che ritrae un altra parete in pietra della stessa masseria di cui sopra, crea un gioco di rimandi e di riflessioni, grazie anche alla presenza di due specchi laterali allo stesso pannello. Altri richiami alla Puglia ed al luogo di appartenenza sono rappresentati dall’uso della pietra di Trani nel pavimento e del legno naturale in alcuni elementi di arredo (mensolone e gambe del tavolo centrale). I muri sono trattati a calce in modo che la luce crei effetti cangianti sulle pareti laterali. Unico elemento che fa eccezione rurale è il vetro, necessario per far apprezzare meglio i pannelli fotografici in forex, rendendo quasi sospesi gli oggetti esposti sulle mensole in vetro. Infine la scelta delle luci con binari a led integrati, faretti direzionali posti sulla volta ed una lampada sospesa centrale, rivestita da un drappo in lino, contribuisce a far risaltare i pannelli fotografici, oltre che i prodotti di pelletteria esposti. Il risultato finale è quello di avere un luogo dedicato alla vendita semplice ed accogliente ma soprattutto un luogo legato alla memoria della Puglia dell’entroterra, realizzando così il desiderio della committente, nonché titolare del negozio.

PROGETTO: Tania di Ciommo 
FOTOGRAFO: Luca Bezzato
PANNELLI FOTOGRAFICI: Luca Bezzato

FALEGNAMERIA: Wood Light
VETRERIA: Cristal Trani di Bruno Vincenzo